Non t’amo più

Non t’amo più

Una delle più celebri melodie di Tosti, su versi di Carmelo Errico, poeta lodato per la sua musicabilità persino da D’Annunzio. Non t’amo più fu da questi definita, con bella ed efficace espressione, un “Sospiro di melodia…”.

 

Ricordi ancora il dì che c’incontrammo?

Le tue promesse le ricordi ancor?

Folle d’amore io ti seguii,

ci amammo,

E accanto a te sognai,

folle d’amor.

Sognai felice di carezze a baci

Una catena dileguante in ciel;

Ma le parole tue furon mendaci

Perché l’anima tua fatta è di gel.

 

Te ne ricordi ancor?

Te ne ricordi ancor?

Or la mia fede, il desiderio immenso

Il mio sogno d’amor non sei più tu

I tuoi baci non cerco,

a te non penso

Sogno un altro ideal:

Non t’amo più, non t’amo più!

 

Nei cari giorni che passamo insieme,

io cosparsi di fiori il tuo sentier.

Tu fosti del mio cor l’unica speme,

tu della mente l’unico pensier.

Tu m’hai visto pregare, impallidire,

piangere tu m’hai visto inanzi a te.

Io, sol per appagare un tuo desire

avrei dato il mio sangue e la mia fè.

 

Te ne ricordi ancor?

Te ne ricordi ancor?

Or la mia fede, il desiderio immenso

Il mio sogno d’amor non sei più tu

I tuoi baci non cerco,

a te non penso

Sogno un altro ideal:

Non t’amo più, non t’amo più!”